Sono decenni che i lavoratori forestali del Molise protestano per vedersi riconosciuto il proprio diritto alla dignità di esseri umani, nel Molise rappresentano la bandiera storica del precariato.

Eppure, il Molise è una delle regioni d’Italia con più vaste aree di boschi e di altre terre boscate come risulta dall’Inventario Nazionale delle Foreste e del Carbonio.

In pratica, il bosco costituisce senza ombra di dubbio, una preziosa risorsa ambientale ed un importante fattore di sviluppo economico.

Il Movimento Regionale per la Sicurezza e la Giustizia Sociale che ha per logo il Guerriero Sannita, ritiene che nel Molise purtroppo manchi una reale cultura delle diverse funzioni del bosco (protettiva, produttiva e ricreativa) e degli aspetti sociali ed economici legati alle attività forestali ed idraulico-agrarie in grado di collegarle nel quadro delle politiche economiche produttive.

Salvaguardia del territorio e dell’ambiente uso plurimo e produttivo del patrimonio boschivo, stabilità dell’occupazione e valorizzazione delle professionalità degli addetti devono rappresentare gli obiettivi fondamentali di una nuova politica forestale del Molise.

Gli operai forestali, sono fondamentali sul piano dell’equilibrio del territorio, perché contribuiscono a custodire vaste zone che assicurano un ruolo vitale per la sicurezza dei centri abitati e delle campagne di pianura attraverso i complessi sistemi idrogeologici ed ecologici del territorio molisano.

Fondamentale è l’impegno di tali operai nel sistema della difesa del suolo, come l’attività di prevenzione e presidio del territorio, il ripristino delle condizioni di agibilità del territorio legato a particolari eventi meteorici od altra calamità, di cui il territorio molisano è particolarmente soggetto.

In definitiva, riteniamo utile e indispensabile che gli operai forestali precari storici del Molise, vengano stabilizzati nel più breve tempo non solo per la loro dignità, ma anche per i benefici che tutta la collettività molisana può avvantaggiarsi.

Campobasso lì 23.01.2009

Il Presidente Regionale

Giovanni MUCCIO

2 Responses to “# Gli operai forestali – Un bene per la collettività molisana”

  1. Sergio DI STEFANO Says:

    Condivido appieno l’idea del cordialissimo ed audacissimo presidente Muccio, a tal punto che da tempo penso ad utilizzare accordi e\o
    convenzioni con i comuni per l’utilizzo dei territori boshivi con comodato ad uso gratuito per cooperative di giovani che su percorsi di
    forestazione programmata con l’utilizzo di piante ibride a cresita rapida per uso termico e manutenzione continua delle stesse superfici,
    faccino del patrimonio boschivo molisano una grande industria che per lo meno si avvicini all’unica fabbrica in Molise che ad oggi è la Regione Molise.
    Abbiamo la grazia di aver ricevuto in dono mons. Brigantini che potrebbe aiutarci con l’implementazione del progetto Policoro,l’utilizzo del microcredito ( Banca Popolare Etica ) e il turismo sociale sostenibile
    nei nostri piccoli paesini che sono naturalmente delle piccole beautyfarm specie per il silenzio quasi assordante che a chi viene dalla città già porta a sonni tranquilli.

  2. Claudia Varriano Says:

    Voglio fare i complimenti a questo sito per la serietà delle tematiche affrontate , per le modalità in cui cio’ viene fatto………


Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

<span>%d</span> blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: