La mancanza di cultura sui cani che c’è in questo paese è vergognosa, se non si riesce a capire lo sguardo di un cane, la sua tristezza, la sua gioia, la vitalità che riesce a trasmettere, la voglia di amore, non ci si può considerare essere umani.

Chi ne ha amato o ne ama uno lo sa bene: un cane dà comunque di più di quello che noi diamo a lui e spesso ci da anche di più di quello che altre persone ci danno.

Così accadde pure a San Rocco, uno dei santi taumaturghi più popolari in occidente.

Fu un cane che lo salvò. La bestiola, accortasi della sua presenza e della sua sofferenza, gli portò ogni giorno un pezzo di pane, fino alla sua guarigione.

Ora davvero qualcuno ha, speriamo in buona fede, potuto credere di risolvere il problema del randagismo in città affamando i randagi, ovvero quei cani che non hanno padrone non per loro scelta, si badi bene, ma per scelta dell’uomo che li ha abbandonati o che non ha saputo o voluto risolvere razionalmente il loro problema come invece si fa nei paesi civili? E, peggio ancora, criminalizzando il senso civico di chi volontariamente di tale problema si è in un modo o nell’altro fatto carico sostituendosi all’Istituzione?

Ora davvero quei cani potranno diventare pericolosi……..ma che devono fare morire di fame?

L’istinto li porterà ai secchi dell’immondizia rovesciate per trovare un po’ di cibo per sopravvivere………e se faranno branco e diventeranno aggressivi (succede a chi è affamato).

Così li si trasformerà sempre più in lupi e sempre meno animali domestici. E non sarà ancora una volta colpa dell’uomo che li ha costretti con le sue scelte sbagliate.

Ed ancora, viene da chiedersi, come mai solo pochi sono intervenuti quando in città si dava da mangiare ai cani sotto forma di bocconi avvelenati, procurando si in questo modo un evidente pericolo per la sicurezza e la salute pubblica.

L’Associazione Socio Culturale-Movimento Regionale “SOCIETA’ & SICUREZZA” è vicino e si schiera decisamente al fianco di tutti coloro che amano gli animali poiché crede fermamente che sia una ingiustizia dire di un uomo cattivo “ha il cuore di un cane”; sarebbe assai più giusto, invece, dire di un cane “ha il cuore di un uomo” (Libero Bovio).

Società e Sicurezza


Si riporta il link al Comunicato stampa della Lega Molisana per la Difesa del Cane del 20 Dicembre 2008.

4 Responses to “# A fianco delle Associazioni Animaliste”


  1. Ciao Giovanni, complimeti per il sito che oltre ad essere ben strutturato ( Bravo Costanzo) è di utilità sociale.Grazie per essere sempre presente nei problemi canini, in fondo essi rientrano nella Sicurezza Sociale.
    Di nuovo complimenti e Buon lavoro
    Anna Mazziotti
    Sostienici sempre

  2. costanzomuccio Says:

    Le ringrazio per il complimento per quanto riguarda la struttura del sito e spero di migliorarlo ulteriormente in futuro.

    Costanzo Muccio (Webmaster)

  3. lidafirenze Says:

    Ringrazio a nome della LIDA Firenze per il sostegno. Spesso ci viene rimproverato di fare tanto per gli animali e poco per gli umani, in realtà aiutando loro aiutiamo anche la nostra società ed è brutto che non ci venga riconosciuto un po’ di merito.
    Nell’ambito del volontariato animalista ci troviamo a fare conti tutti i giorni con bollettini di guerra. Forse è un errore che certi fatti non siano divulgati più di tanto per non traumatizzare le persone sensibili. Abbiamo animali torturati (ultimamente: legati, con spugne imbevute d’aceto in bocca), sfruttati per la riproduzione (ultimamente: allevamento con cagnoline scheletriche che non ce la facevano neanche ad allattare) o tenuti in condizioni al limite dell’esasperazione (ultimamente: catene così strette che stavano strozzando l’animale in crescita) da individui spesso mentalmente instabili (ultimamente: signore che teneva in un appartamento 55 gatti non castrati ora sfrattato).

  4. Claudia Varriano Says:

    Assolutamente vero!I cani sono in assoluto i migliori amici dell’uomo ed è ben difficile trovare la bontà che è nei loro cuori nel cuore dell’uomo!Sono dolci, affettuosi, sensibili, fedeli in una maniera del tutto estranea alle persone!!!E il fatto di privarli del cibo, è stata una scelta assolutamente deprecabile e contraria ad igni forma di minima umanità…e ancor peggio, è stato il modo peggiore in assoluto di cercare di risolvere il problema del randagismo, che francamente non esisterebbe se tutti noi pensassimo di piu’ ai nostri amici animali……..


Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: